Come funziona il monitoraggio delle conversioni?

Informazioni su come il monitoraggio delle conversioni consenta di attribuire la causa di una conversione per uno o più obiettivi di conversione.

Il monitoraggio delle conversioni consente di tenere traccia delle azioni che gli utenti eseguono dopo aver visualizzato il sito Web. È innanzitutto necessario definire l'azione di cui si desidera tenere traccia come obiettivo di conversione (ad esempio, l'iscrizione a una newsletter). Se qualcuno visita il sito Web ed esegue l'iscrizione, Microsoft Advertising può quindi contarla come conversione. Prima di contare l'azione come conversione, Microsoft Advertising verifica che la persona abbia fatto clic sull'annuncio.

Microsoft Advertising non conta alcuna attività dell'utente come conversione, anche se corrisponde a un obiettivo di conversione, a meno che non sia in grado di stabilire che l'utente ha fatto clic su un annuncio prima di eseguire tale attività. Se l'utente ha fatto clic su più di un annuncio prima di completare l'attività sul sito Web dell'inserzionista, l'ultimo annuncio su cui l'utente ha fatto clic viene contato come conversione, mentre gli altri clic vengono contati come contributo alla conversione. Questo processo di attribuzione della causa di una o più conversioni alle campagne annunci, ai gruppi di annunci e alle parole chiave dell'inserzionista è denominato attribuzione della conversione.

Sono disponibili vari modelli per l'attribuzione delle conversioni ai clic sugli annunci, noti come modelli di attribuzione. Microsoft Advertising utilizza l'ultima attribuzione del clic sull'annuncio. Ciò significa che se qualcuno fa clic su più annunci prima di eseguire l'attività sul sito Web dell'inserzionista, la causa della conversione viene attribuita all'ultimo (ovvero al più recente) clic prima della conversione. Alcuni degli altri modelli includono ultimo clic, primo clic, lineare, passaggio del tempo e così via.

Importante

Per fare in modo che il monitoraggio delle conversioni funzioni, Microsoft Advertising deve poter raccogliere i dati dal sito Web. Questa operazione richiede Universal Event Tracking (UET).

Configurazione del processo di attribuzione della conversione

Microsoft Advertising consente agli inserzionisti di configurare il processo di attribuzione della conversione mediante le impostazioni seguenti:

  • Finestra della conversione: La finestra della conversione è il periodo di tempo che trascorre dopo che l'utente completa l'attività che Microsoft Advertising utilizza per registrare i dati della conversione. Per ogni obiettivo che definiscono, gli inserzionisti possono impostare una finestra della conversione su un valore compreso tra un minuto e 90 giorni. Il valore predefinito è 30 giorni. Gli inserzionisti possono inoltre modificare la finestra della conversione tutte le volte che lo desiderano.
  • Opzione di conteggio: È possibile contare le conversioni in base alle proprie esigenze aziendali. Quando si crea un obiettivo, è possibile scegliere di contare:

    Tutte le conversioni: Microsoft Advertising conta tutte le conversioni (per obiettivo monitorato) che si verificano dopo il clic su un annuncio. Questa è l'opzione predefinita e risulta utile se l'inserzionista desidera monitorare le vendite. Se un utente effettua 3 acquisti, Microsoft Advertising conterà 3 conversioni e le attribuirà al clic sull'annuncio.

    Conversioni univocheMicrosoft Advertising conta solo le conversioni univoche che si verificano dopo il clic su un annuncio. Si tratta di una scelta utile se l'inserzionista non è interessato al numero di vendite, ma desidera sapere se viene generato un determinato tipo di cliente potenziale.

    Nota: Se si modifica l'opzione di conteggio o l'impostazione della finestra di conversione, la modifica viene applicata solo all'obiettivo di conversione dal momento della modifica in poi e non influisce sui dati dell'obiettivo di conversione prima della modifica.

  • Condivisione: È possibile impostare se l'obiettivo si applica a tutti gli account o a un account specifico. Se si sceglie di applicarlo a tutti gli account, non sarà possibile impostare la valuta del valore dei ricavi. La valuta del valore dei ricavi visualizzata nei report viene determinata in base alla valuta dell'account a cui la conversione è stata attribuita.

    Quando attribuisce le conversioni ai clic per tutti gli account, Microsoft Advertising cerca i clic sull'annuncio dell'utente in tutti gli account del cliente per individuare il clic più prossimo alla conversione. Nella maggior parte dei casi questo approccio produce risultati corretti perché gli annunci indirizzano l'utente allo stesso sito Web. Si verificano tuttavia casi in cui si impostano più account con annunci che indirizzano gli utenti a diversi siti Web. In questi casi, la ricerca dei clic sugli annunci negli account porta a un'attribuzione non corretta. Ad esempio, se si dispone di 2 account, A1 che gestisce il sito Web 1 e A2 che gestisce il sito Web 2, è possibile che le conversioni che si verificano sul sito Web 2 vengano attribuite ai clic che provengono da A1. In questo caso, Microsoft Advertising consente di associare facoltativamente un obiettivo a un account specifico. Quando un obiettivo è configurato a livello di account, tutte le conversioni del tipo corrispondente vengono attribuite solo ai clic provenienti da tale account. Tenere presente che, una volta impostata, questa proprietà non può essere modificata.

  • Ricavi: Non tutte le conversioni sono uguali. Alcune risultano più valide di altre per l'azienda dell'inserzionista. Gli inserzionisti possono assegnare valori numerici alle proprie conversioni, in modo da verificare il valore totale determinato dalla pubblicità in conversioni diverse, anziché semplicemente il numero di conversioni che si verificano. I ricavi possono essere qualsiasi valore da 0 a 9999999 con 3 posizioni decimali ed è possibile impostare la valuta se la condivisione è impostata su un account specifico. Quando si crea un obiettivo, sono disponibili tre opzioni relative ai ricavi:

    1. Ogni volta che si verifica, la conversione ha gli stessi ricavi. Questa impostazione consente di assegnare un valore costante dei ricavi per ogni conversione per tale obiettivo.
    2. I ricavi di questa azione di conversione possono variare. È possibile personalizzare il tag UET per fare in modo che segnali ricavi diversi per ogni conversione, ad esempio in base al prodotto acquistato. Se si sceglie questa opzione, sarà necessario specificare un valore predefinito per la conversione se il valore dei ricavi variabili non viene definito al momento della conversione.
    3. Non assegnare ricavi.
Nota

Per visualizzare l'elenco completo delle valute disponibili per gli obiettivi di conversione, vedere Valute ricavi obiettivo conversione. Se la valuta per la conversione è diversa dalla valuta dell'account, il valore dei ricavi verrà convertito nella valuta dell'account utilizzando il tasso di cambio estero giornaliero medio.

Domande frequenti sul monitoraggio delle conversioni

Che cosa sono gli obiettivi di conversione e perché è necessario crearli oltre a creare e installare il tag UET nel sito Web?expando image

Gli obiettivi di conversione e i tag UET funzionano insieme in modo da poter tenere traccia delle azioni che gli utenti eseguono nel sito Web:

  • Tag UET: tengono traccia di ciò che i clienti eseguono nel sito Web (azioni) e inviano tali informazioni a Microsoft Advertising.
  • Obiettivi di conversione: definiscono le azioni che si desidera monitorare come conversioni in Microsoft Advertising.

Pertanto, il tag UET raccoglie le informazioni che vengono utilizzate dall'obiettivo di conversione per tenere traccia delle conversioni in Microsoft Advertising. Per ulteriori informazioni, vedere Che cos'è il monitoraggio delle conversioni?.

In che modo Microsoft Advertising conta e attribuisce le conversioni?expando image

Dopo l'installazione nel sito Web, il tag UET segnala l'attività degli utenti nel sito Web di Microsoft Advertising. Quando un utente esegue un'azione che corrisponde a uno degli obiettivi di conversione, l'azione viene contata come conversione se viene rilevato che l'utente ha fatto clic sull'annuncio dell'inserzionista prima di eseguire tale azione. Se l'utente ha fatto clic su più di un annuncio dell'inserzionista prima della conversione sul sito Web dell'inserzionista, la conversione viene attribuita al clic più recente e si dice che gli altri clic hanno contribuito alla conversione.

Microsoft Advertising è in grado di rilevare conversioni fraudolente o duplicate segnalate tramite UET? expando image

Microsoft Advertising al momento non include alcuna funzionalità per rilevare o eliminare conversioni di prova, fraudolente o duplicate.

Nota

La deduplicazione e il rilevamento delle frodi non devono essere confusi con le conversioni "Univoche". L'impostazione di un obiettivo di conversione per segnalare le conversioni univoche in pratica indica a Microsoft Advertising di contare una sola conversione di tale tipo di obiettivo per un clic sull'annuncio. Elimina quindi i duplicati ma non rileva le conversioni fraudolente. Le conversioni "Univoche" non rappresentano inoltre sempre una buona scelta per vari tipi di obiettivi come gli acquisti.

Perché il conteggio delle conversioni di Microsoft Advertising è diverso da quello di Google Analytics e Google Ads o da quello calcolato manualmente?expando image

I motivi per cui il numero delle conversioni non corrisponde possono essere diversi. Si tenga presente che Microsoft Advertising non rende disponibili i dati sulle conversioni per nessuna piattaforma di terze parti e ogni sistema utilizza la propria logica e la propria configurazione degli obiettivi per tenere traccia delle conversioni. Di conseguenza, determinate discrepanze sono previste.

Perché è possibile che Microsoft Advertising non stia contando le conversioni

  • Il tag UET è stato installato nel sito Web o almeno nelle pagine di conversione?
  • È stato verificato che i criteri utilizzati nella definizione dell'obiettivo di conversione corrispondano alle pagine di conversione? Errori ortografici e valori di URL di pagina non corretti nelle definizioni degli obiettivi possono ad esempio causare la mancata corrispondenza tra gli eventi UET in tali pagine di conversione e la definizione dell'obiettivo di conversione. In caso di mancata corrispondenza, le conversioni non vengono contate.
  • La finestra della conversione è sufficientemente ampia? Le finestre della conversione di scarsa ampiezza devono essere utilizzate con prudenza perché in genere trascorrono alcuni giorni prima che gli utenti effettuino un acquisto.
  • Se si utilizzano obiettivi di tipo Evento personalizzato o si tiene traccia del fatturato variabile, si personalizza il tag UET in modo che invii variabili o eventi personalizzati e si utilizzano i valori corretti nella definizione dell'obiettivo?
  • Si è certi che gli utenti visitino effettivamente le pagine di conversione? Se si esegue una prova, si tenga presente che Microsoft Advertising non conta una conversione, a meno che l'utente non faccia clic su un annuncio di un inserzionista in Microsoft Advertising prima di eseguire una conversione sul sito Web dell'inserzionista.
  • Vedere la sezione relativa alla convalida della configurazione del monitoraggio delle conversioni di seguito per verificare che il monitoraggio delle conversioni sia configurato correttamente.

Perché Microsoft Advertising potrebbe contare più conversioni di quelle effettive

  • È stato verificato che nel sito (specialmente nelle pagine di conversione) non sia presente alcuna duplicazione dell'installazione del tag UET? Se si installa lo stesso tag UET due volte nelle pagine di conversione, le conversioni vengono contate due volte.
  • È stato verificato che non siano presenti obiettivi duplicati? È inoltre possibile che più obiettivi corrispondano all'evento dell'utente aumentando in questo modo il numero delle conversioni.
  • È stato verificato che le definizioni degli obiettivi siano le stesse in tutte le piattaforme confrontate? Le finestre della conversione sono simili?
  • Nel sito vengono generate conversioni di prova, fraudolente o duplicate? Al momento Microsoft Advertising non è in grado di eliminare tali conversioni.
  • Nei confronti si sta utilizzando lo stesso metodo di conteggio (solo le conversioni univoche o tutte le conversioni)?
  • Si noti che Microsoft Advertising include tutte le conversioni tra dispositivi che è in grado di verificare come parte del conteggio delle conversioni. Google Ads segnala tali conversioni tramite le colonne delle conversioni stimate. Google Analytics include una soluzione personalizzata per le conversioni tra dispositivi che la maggior parte degli inserzionisti potrebbero non utilizzare.
  • Quando si esegue il confronto con Google Analytics (GA), si noti che GA esegue l'attribuzione tra canali. Ciò significa che alcune delle conversioni che Microsoft Advertising (o Google Ads) riconosce possono essere attribuite ad altri canali da GA.

Perché Microsoft Advertising potrebbe contare meno conversioni di quelle effettive

  • È stato verificato che il tag UET sia presente nel sito o almeno nelle pagine di conversione pertinenti?
  • È stato verificato che le definizioni degli obiettivi non siano talmente restrittive da non contare tutte le conversioni?
  • La finestra della conversione è sufficientemente ampia?
  • Si stanno contando le conversioni univoche e le si sta confrontando con il conteggio di tutte le conversioni in Google Ads?
  • Si noti che se gli utenti eseguono le conversioni direttamente o tramite altri canali, Microsoft Advertising non conta le conversioni. Tali conversioni vengono invece segnalate in Google Analytics e Google Ads se determina che le conversioni vengono causate dai clic sugli annunci corrispondenti.
Nota

In caso di ulteriori dubbi sulla discrepanza, ecco un elenco di controllo da verificare:

  • I tag automatici UTM per il monitoraggio degli URL devono funzionare correttamente
  • Deve essere creato lo stesso numero di obiettivi di conversione e i criteri degli obiettivi devono essere gli stessi in Microsoft Advertising e Google Ads o Google Analytics
  • I criteri degli obiettivi di conversione devono essere gli stessi in Microsoft Advertising e Google Ads
  • Il tag di Microsoft Advertising e Google Ads o Google Analytics associato all'obiettivo di conversione deve essere aggiunto alle stesse pagine del sito Web
  • Le impostazioni della finestra della conversione e del conteggio (Univoco o Tutto) devono essere esattamente uguali
  • Il fuso orario per i report deve essere lo stesso
Se si desidera comunque contattare il supporto tecnico, è necessario disporre delle informazioni seguenti:
  • Nome del tag e pagine del sito Web in cui il tag è stato aggiunto per gli obiettivi di conversione che si stanno confrontando
  • Nome dell'obiettivo e criteri per gli obiettivi di conversione che si stanno confrontando
  • Nomi delle colonne per i dati che si stanno confrontando e posizione di queste informazioni nel prodotto
  • Nome dei report che si stanno confrontando
  • Schermata dell'impostazione dell'obiettivo da Google Ads o Google Analytics
Come è possibile visualizzare i conteggi delle conversioni in base al nome dell'obiettivo?expando image

È possibile visualizzare conteggi di conversioni aggregati per ogni obiettivo nella pagina Obiettivi di conversione. È inoltre possibile eseguire il report Obiettivi in Microsoft Advertising o utilizzando l'API per suddividere i dati in base agli account, alle campagne, ai gruppi di annunci e alle parole chiave.

Quanto tempo è necessario prima che le conversioni vengano visualizzate in Report? expando image

2 ore per le conversioni UET e 5 ore per le conversioni non UET. Per le conversioni di tipo Installazione app mobile che vengono monitorate grazie all'assistenza di partner certificati, rivolgersi al partner utilizzato per indicazioni sul contratto di servizio che regola la segnalazione delle installazioni delle app a Microsoft Advertising. Ulteriori informazioni.

Come è possibile convalidare la configurazione del monitoraggio delle conversioni?expando image
  1. Creare e aggiungere il tag UET in tutte le pagine del proprio sito Web.
  2. Nella pagina Tag UET verificare che lo stato sia Tag active.
  3. Nella pagina Obiettivi di conversione creare un obiettivo di conversione.
  4. Attivare un annuncio su Bing, fare clic sull'annuncio e quindi eseguire la conversione nel sito.
  5. Dopo tre ore, passare nuovamente alla pagina Obiettivi di conversione per verificare che l'obiettivo stia contando le conversioni.
Negli URL di destinazione e negli obiettivi evento personalizzati viene fatta distinzione tra maiuscole e minuscole?expando image

No. Nel processo utilizzato da Microsoft Advertising per confrontare i log UET con gli obiettivi di conversione per contare le conversioni non viene fatta distinzione tra maiuscole e minuscole.

See more videos...